Il punto sorgivo

“Da che cosa capiamo che è arrivata la salvezza?
Da ciò che è scaturito in Zaccheo per quella visita imprevedibile:”Ecco
Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, retituisco quattro volte tanto”. Come vedete, tutto è collegat o. Immaginate tutti i tentativi che avranno fatto i farisei per costringerlo a cambiare, sbattendogli in faccia tutti gli errori che aveva commesso. Non lo avevano spostato di un millimetro.

Gesù ci è riuscito con quello sguardo di misericordia, che andava alla radice del suo cuore, e questo è il Cristianesimo.
Quando manca il punto sorgivo, non è più cristianesimo, anche se usiamo parole cristiane.
(Ecco perchè non tutti i teologi sono san, ma tutti i santi sono teologi.ndr),
Solo dall’esperienza della misericordia può nascere una letizia che cambia tutto.
(pag.51,52 degli Esercizi della Fraternità a Rimini)

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

4 commenti

  1. Un’aria dice che un santo vale piu’ di 1000 teologi ed e’ piu’ che mai vero. Ho letto la vita, le opere e i detti di molteplici santi: dal curato d’Ars (Giovanni Maria Vianney), diventato sacerdote piu’ per volonta’ divina che propria, a Edith Stein, “kluge Edith” (la mia prediletta in assoluto); ho constatato che tutti ma proprio tutti dicono e parlano, pur con sfumature diverse, di una sola cosa: l’amore. Solo l’amore, fonte da cui discendono tutte le virtu’: ecco santa Teresina affermare di non volere vivere nemmeno una mezz’ora senza amare; Santa madre Teresa di Calcutta dire che la vita e’ troppo breve e che ella doveva spenderla, sino all’ultimo respiro, per seminare amore; San Giovanni della Croce sostenere che alla sera della vita saremo giudicati solo sull’amore e nient’altro: e questa frase fu’ al fulcro della bolla di indizione dell’anno della misericordia voluta da Papa Francesco, il cui pontificato e’ improntato sull’amore e sulla misericordia, consequenziale all’amore. Mentre, per contro, i teologi fanno questioni “di lana caprina” su questioni seppur importanti, puntando il dito contro il fratello a guisa dei farisei che, ligi alla lettera, erano sempre pronti a giudicare e mai ad indulgere se non verso se stessi.

    Rispondi
    • Grazie di cuore!
      Condivido completamente quanto dici.
      Anch’io ho letto molte vite di santi e rilevo quanto tu dici.
      Resta solo il problema per me dell’impegno personale a seguirne totalmente l’esempio.

      Rispondi
  2. Grazie a te! Apprezzo quanto espresso nel tuo blog. Come avrai potuto constatare io commento spesso nel blog di Berlicche..

    Una preghiera e un caro saluto.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: