Buon Natale (e Cappuccetto rosso)

Non amo l’arte astratta perchè non la capisco. Nè mai mi sarei aspettata che il nostro tradizionale volantone natalizio, oltre al messaggio che spalanca il cuore alla venuta di un Dio che decide la cosa più inaspettata dalla nostra meschina mentalità, mostrasse un quadro di Kandiski. All’inizio mi sono astenuta dal dare un giudizio sul quadro anche perchè non si può giudicare ciò che non si capisce, ma poi mi è stato chiaro.

Grazie una favola appena raccontata alla mia nipotina, la favola di Cappuccetto Rosso.

La favola la conosciamo tutti; ma a me ha sempre colpito il fatto che la bambina , invece di obbedire alla mamma, si è trattenuta in sentieri adiacenti, ma non lontani, alla strada maestra che l’avrebbero portata al sicuro, dalla nonna. Ma i fiorellini l’attirano e la bimba si ferma a raccoglierli; e cosi’ oltre che ritardare la meta, finisce nella bocca grande  del Lupo.

Grazie al buon Dio anche la nostra è una storia a lieto fine, e cosi’, benchè con qualche ritardo, riusciamo anche noi ad arrivare al punto infuocato della questione che è quel punto verso cui converge la bella linea con decisione.

Quel punto che simboleggia il fatto più incredibile per l’uomo: la venuta nella carne di Colui che ha fatto il cielo, il mare, i monti, le stelle e tutto, e vuole condividere la nostra condizione umana.

E finalmente anche un mio amico architetto, fautore del razionalismo in architettura, capirà che l’arte astratta è espressione di una nostalgia di unità e armonia che da soli non riusciamo nemmeno ad immaginare.

Articolo precedente
Lascia un commento

2 commenti

  1. Cara Anna, ti lascio un agurio di “buona salute” per il 2016… in fondo questo è il regalo più grande al quale possiamo aspirare! Mio figlio è a Roma con i suoi amici GS… sperava tantissimo di riuscire a vedere Papa Francesco, insomma tutti siamo innamorati di quest’Uomo che porterà magnifici cambiamenti nella Chiesa.
    Un grande abbraccio :-)claudine

    Rispondi
    • grazie di cuore! ricambio con molto affetto aggiungendovi anche l’augurio della gioia che Papa Francesco ci vuole insegnare. un grande abbraccio anche a tuo figlio!

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: