“Non manca Dio, manca l’io”

“Non manca Dio, manca l’io, un io come quello che documentano i salmi, che abbia dentro se’ tutta la nostalgia, la sete di una risposta esauriente. Ecco perché Gesù dice: “Beati quelli che hanno fame e sete”. Beati! Perché soltanto un io ridestato, assetato, può riconoscerlo, commosso.

E l’emergere di un io ridestato conferma la ragionevolezza del percorso educativo proposto da don Giussani. La lotta contro il potere è a questo livello: un io presente a se stesso è la vittoria sul potere, sul tentativo del potere di ridurlo nello slancio del suo desiderio, di appiattirlo.

Per un io che ha fame e sete, le offerte del potere sono briciole, perché sa che nessuna elargizione può bastare, nessun posto al sole è sufficiente a soddisfare il suo bisogno; questo io sa dove trovare riposo, un riposo all’altezza delle sue esigenze costitutive” (La bellezza disarmata di J. Carròn, pag. 155)

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: