Due modi di essere cristiani

In questi giorni ho capito una cosa.
C’è un atteggiamento cristiano intransigente che vede il pelo nell’occhio dell’altro senza pensare alla trave del proprio occhio che rende il cristianesimo come un peso di doveri e di impegni faticosissimi e quindi poco appetibile.
E c’è quella che la mia santa preferita, Santa Teresa di Lisieux, chiamava “la piccola via”, la via della piccolezza e dell’abbandono tra le braccia del buon Dio che è molto più semplice perché richiede una fiducia quasi impossibile nella misericordia di Dio, ma molto più lieta e libera perché consapevole della propria pochezza.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: