L’aspetto affascinante non è il lamento ma la letizia

Nel testo degli Esercizi di Rimini, “Nella corsa per afferrarlo” a paga 71 ci viene comunicato un segno infallibile della Presenza di Dio nel cuore dell’uomo da Lui cambiato:

“…in che cosa si vede questo cambiamento? Nei nostri discorsi? No. Nelle nostre iniziative?? Le iniziative le fanno in tanti. Qual è allora il segno inconfondibile che aiuta tutti a vedere se siamo missionari? La quantità di agitazione che abbiamo? No. Il segno è la letizia! “perciò la grande regola della missione è che noi comunichiamo solo attraverso la letizia del nostro cuore, il cambiamento che è avvenuto in noi – che grazia avere uno che ci dice queste cose, perché non possiamo barare; perciò se quello che portiamo è il lamento, fate tutte le iniziative che volete, ma se quel che portiamo è il lamento, fate tutte le iniziative che volete, ma non c’è missione: a chi interesserà uno che si lamenta costantemente? -.

Dove la parola letizia indica il volto, insomma l’aspetto affascinante e persuasivo della conversione che la potenza di Dio ha operato in noi. (…). Il fascino della conversione è il volto lieto che essa produce; non sono i discorsi, ma il volto lieto che essa produce.

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: