Caro Beppe Grillo, impara dai benedettini…

Sono esseri umani e ci vogliono ben altri ingredienti per fondare una vita nuova…

Dice Brandirali in un articolo su “I Sussidiario” ricordando le sue esperienze di gioventù carica di desiderio di cambiamento.

“Se vogliamo cambiare il  mondo dobbiamo innanzitutto cambiare noi stessi” dice ancora.

Ma per poter cambiare basta il desiderio a vincere le inevitabili sconfitte?

Il ’68 è un periodo esaltante che ha visto il suo fallimento nello sfacelo cui oggi assistiamo [sinceramente sono orgogliosa del fatto che posso ribadire questa mia  considerazione di ieri]

Allora occorre avere un progetto più chiaro che possa essere realizzato non solo con  le proteste più o meno urlate; perché le proteste senza un progetto serio,  fondato su un ideale solido e collaudato, sono destinate a fallire.

Annunci
Lascia un commento

2 commenti

  1. Che lo aspetta il fallimento dietro l’angolo è fuori dubbio, sono i tempi a preoccuparmi! Se essi saranno lunghi, Grillo & Co avranno tutto il tempo per effettuare lo sfacelo. Che Dio ci aiuti!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: