“… è per la dignità di ogni persona che si costruisce una società giusta e pacifica…”

Carissimo Scalfari,

la ringrazio per averci aiutato a capire che cosa intenda fare Monti in questa difficile situazione politica, ma non nel memorandum del premier dimissionario trovo oggi il punto di chiarezza di quanto ci troveremo ad affrontare in questi mesi senz’altro difficili. C’è un fatto che sia lei sia Monti non avete forse nemmeno registrato, ma che rappresenta la vera novità della settimana e che dovrebbe essere preso a riferimento sia da cristiani sia da laici, ed è l’articolo di Benedetto XVI sul Financial Times. E’ in quello che scrive il Papa il punto decisivo per andare a decidere come governare il paese. Mentre la politica discute di alleanze e di contrasti Benedetto XVI ha voluto ricordare che il Bambino nato a Betlemme ha portato dentro il mondo la possibilità di superare i limiti dell’ideologia. Ha scritto il Papa: “Il Natale può essere il tempo nel quale impariamo a leggere il Vangelo, a conoscere Gesù non soltanto come il Bimbo della mangiatoia, ma come colui nel quale riconosciamo il Dio fatto Uomo. E’ nel Vangelo che i cristiani trovano ispirazione per la vita quotidiana e per il loro coinvolgimento negli affari del mondo – sia che ciò avvenga nel Parlamento o nella Borsa. I cristiani non dovrebbero sfuggire il mondo; al contrario, dovrebbero impegnarsi in esso. Ma il loro coinvolgimento nella politica e nell’economia dovrebbe trascendere ogni forma di ideologia.” Questo è il problema serio del tempo che viviamo, non con chi ci si debba alleare, ma che cosa significhi trascendere ogni forma di ideologia. E’ lo stesso Benedetto XVI ad indicare la strada per superare i limiti dell’ideologia. Il Papa fa infatti presente che i cristiani in quanto appartengono a Colui che ha portato dentro il tempo la dimensione vera dell’umano “sono liberi dai legami dell’ideologia e animati da una visione così nobile del destino umano, che non possono accettare compromessi con nulla che lo possa insidiare.” E’ la dignità di ogni persona il punto di forza di ogni impegno politico, è per la dignità di ogni persona che si costruisce una società giusta e pacifica, è questo cui oggi è chiamata la politica, e lo può fare se riconosce di non essere l’orizzonte della vita dell’uomo, neanche l’orizzonte della crisi. Il Bambino che nasce a Betlemme ha dato inizio e oggi continua la storia di una presenza che porta dentro il mondo le vere dimensioni dell’umano, l’uomo è di più di ciò che viene organizzato per lui, la sua dignità è data dalla tensione all’infinito che porta dentro il cuore, è con questo che deve misurarsi chi si impegna nella politica, laico o cristiano, oggi più che mai la scelta è se continuare a stare con l’ideologia o stare con la dignità della persona. Più del memorandum di Monti, caro Scalfari, mi permetto quindi suggerirle questo articolo del Papa, che io le ho maldestramente citato.   Grazie e buon Natale anche a lei, perchè possa riconoscere in quel Bambino che nasce a Betlemme uno sguardo di simpatia totale alla sua persona.
E quel Bambino lo porta!

Gianni Mereghetti

Abbiategrasso

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: