“… Dove c’è dominio, possesso, sfruttamento, mercificazione dell’altro per il proprio egoismo…”

Dall’Udienza di Benedetto XVI di oggi, mercoledì 17 ottobre

Ma – ci chiediamo – la fede è veramente la forza trasformante nella nostra vita, nella mia vita? Oppure è solo uno degli elementi che fanno parte dell’esistenza, senza essere quello determinante che la coinvolge totalmente? Con le catechesi di quest’Anno della fede vorremmo fare un cammino per rafforzare o ritrovare la gioia della fede, comprendendo che essa non è qualcosa di estraneo, di staccato dalla vita concreta, ma ne è l’anima. La fede in un Dio che è amore, e che si è fatto vicino all’uomo incarnandosi e donando se stesso sulla croce per salvarci e riaprirci le porte del Cielo, indica in modo luminoso che solo nell’amore consiste la pienezza dell’uomo. Oggi è necessario ribadirlo con chiarezza, mentre le trasformazioni culturali in atto mostrano spesso tante forme di barbarie, che passano sotto il segno di «conquiste di civiltà»: la fede afferma che non c’è vera umanità se non nei luoghi, nei gesti, nei tempi e nelle forme in cui l’uomo è animato dall’amore che viene da Dio, si esprime come dono, si manifesta in relazioni ricche di amore, di compassione, di attenzione e di servizio disinteressato verso l’altro.

Dove c’è dominio, possesso, sfruttamento, mercificazione dell’altro per il proprio egoismo, dove c’è l’arroganza dell’io chiuso in se stesso, l’uomo viene impoverito, degradato, sfigurato. La fede cristiana, operosa nella carità e forte nella speranza, non limita, ma umanizza la vita, anzi la rende pienamente umana.

Annunci
Lascia un commento

2 commenti

  1. Il concetto espresso dal Pontefice è molto chiaro ma penso che solo chi è animato da una fede vera e sincera è in grado di capirlo veramente; questa società è composta da molte persone che si professano credenti a parole ma nelle azioni poi si rivelano di tutt’altra pasta.
    Leggendo le parole di Benedetto XVI mi sono venute in mente le parole di Gandhi: :” Mi piace il vostro Cristo, non mi piacciono i vostri cristiani. I vostri cristiani sono così diversi dal vostro Cristo.”

    Un saluto

    Rispondi
    • Quanto hai ragione!
      Ma il fatto che i cristiani non siano come lui non sminuisce la Sua Via che gli ha permesso di essere così affascinante anche per Gandhi. In fondo, secondo il Credo cristiano, Cristo è Dio stesso (un dio!!! cioè l’onnipotenza, la verità, la bellezza, la bontà, tutto ciò che possiamo solo desiderare o intuire!) che ha deciso di farsi uomo per far vedere all’uomo come si può condurre una vita degna, visto che da solo finisce col diventare peggio delle bestie (basta guardarci intorno!)

      Ciao!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: