Momenti bui

Ci sono dei momenti in cui la situazione in cui ti pone la vita sono di grande difficoltà e ti viene in mente a che serva vivere, se chiusi in un corpo o in una situazione che non ti offre via di scampo. E allora ti chiedi dove sia Dio, come lo si possa raggiungere perché ascolti il nostro grido. E proprio poco fa ho letto una riflessione di San Giovanni della Croce che mi ha dato una risposta che mi pare corrisponda pienamente all’esperienza che incomincio a fare. Per questo ho scritto su facebook questa riflessione:

Credo di aver capito la sintesi tra la funzione della Chiesa, corpo mistico di Cristo e queste parole di San giovanni della Croce, dottore della chiesa:
“San Giovanni della Croce (1542-1591), carmelitano, dottore della Chiesa:

Cantico spirituale, seconda versione, strofa 1,6-7

“Quando preghi, entra nella tua camera”

L’anima chiede allo Sposo: “Dove ti sei nascosto?”… Rispondiamo
alla sua domanda mostrandole il luogo preciso dove si nasconde, il luogo
dove ella lo troverà certamente, e con quanta perfezione e dolcezza
possibili in questa vita. Da quel momento, ella non vagherà più invano
dietro ad estranei (cfr Ct 3,2). Riteniamolo bene, il Verbo, il
Figlio di Dio, risiede per essenza e per presenza, in compagnia del Padre e
dello Spirito Santo, nell’essenza stessa dell’anima, e vi è nascosto.
L’anima che aspira a trovarlo deve dunque uscire … dal creato; deve
entrare in se stessa e restarvi in un raccoglimento così profondo che tutte
le creature per lei scompaiano. “Signore – diceva Sant’Agostino rivolto a
Dio nei soliloqui – non ti trovavo fuori di me, perché male ti cercavo: ti
cercavo fuori, e tu eri dentro”. Dio è dunque nascosto nell’anima nostra,
ed è là che il vero contemplativo deve cercarlo, dicendo: “Dove ti sei
nascosto?” Ebbene, anima, la più bella fra le creature di Dio, tu
che desideri così ardentemente sapere dove si trova il tuo Amato per
cercarlo ed unirti a lui, ecco che ti viene detto: tu stessa sei la dimora
dove egli abita, il ritiro dove si nasconde. Che gioia, che consolazione
per te! Il tuo tesoro, l’oggetto della tua speranza, è così vicino a te che
è addirittura in te, o, per meglio dire, tu non potresti esistere senza di
lui. Ascolta lo Sposo stesso che ti dice: “Il regno di Dio è in mezzo a
voi” (Lc 17,21). E l’apostolo Paolo, suo servo, ci dice da parte sua: “Voi
siete il tempio di Dio” (2Cor 6,16).”

La Chiesa , cioè la compagnia guidata al Destino, ha il solo compito di ricordarti questa verità che anche per Sant’Agostino non è stato facile trovare.

Chissà!

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

1 Commento

  1. Carissima, sono con te! Ti accompagnerò con la mia preghiera.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: