Il dramma del vivere

Da “Il punto sorgivo della gratuità – pag. 1” di TRACCE di questo mese:

” tante volte i nostri figli o le persone che hanno subito una ferita forte pensano che (…)[ gli possa] esssere risparmiato il dramma del vivere, il dramma di dover decidere di fronte al Mistero ultimo dell’essere. E noi glielo possiamo risparmiare con qualche tecnica?

Tante volte mi trovo a dire: “Guarda, a me non è capitato quello che è capitato a te, ma io ho l’identico dramma tuo: lasciarmi abbracciare adesso, da un Altro”.

Infatti qual è il pericolo? Identificare tutto il dramma del vivere con quella ferita.

No!

Io non ho avuto quella ferita, ma ho lo stesso dramma tuo!

(…) siamo davanti allo stesso dramma, e a noi non lo può risolvere nessuno, nessun tecnico: è il mistero dell’io, che non può essere ridotto (…) perché il dramma di ciascuno di noi, per il fatto di essere uomini, è rispondere a questo”. (pag.VI)

 

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: