Lina Lucarini

STORIA DI UN PICCOLO FIAMMIFERO – Itinerario spirituale di Lina Lucarini (1920-1996)

“ Lina mi raccontava una volta che lei fu una delle prime tra le colleghe d’ufficio a prendere la patente di guida. Una volta   conseguita, anche le sue colleghe si animarono reciprocamente dicendo: “Se l’ha presa Lina, la possiamo prendere anche noi”.
 Lina si è fatta santa, possiamo diventarlo anche noi. Si tratta di un grande messaggio che può sostenere la nostra vita: è il modo con cui Lina continua a svolgere in mezzo a noi il suo apostolato, silenzioso, efficace e per il quale non sarà fuori posto esprimerle la nostra riconoscenza”. 

Questa la conclusione dell’omelia funebre scritta dal Padre Spirituale di Lina Lucarini.

Era il 1998 ed ebbi modo di conoscere un prete veramente in gamba che mi parlava spesso di questa sua penitente morta da poco tempo: mi diceva anche che aveva i suoi diari, scritti in sessanta anni di vita, ma che non era ancore riuscito a leggerli. Conoscendo la mia passione per l’argomento mi propose di leggerli (circa diecimila pagine manoscritte anche a matita!) e poi di stilare un breve profilo biografico. Il che ho fatto.

Alcuni di voi forse si ricordano che ne ho parlato qualche mese fa, proponendo il testo del libriccino che ho scritto (si legge in due ore!) e che molti amici hanno letto.

Aggiungo alcune notazioni che nel libro non ci sono.

La fatica notevole  a scriverlo non tanto per incapacità quanto per ostacoli di carattere psicologico che mi hanno fatto stare davvero male perché mi avevano fatto credere che una persona a me molto cara non gradiva il mio lavoro (ma era tutta una mia immaginazione!). E poi due fatti che mi emozionano ancora.

La mia vicina di casa, un’anziana signora, era ricoverata all’ospedale, in coma da più di un mese. I suoi problemi di salute erano molto simili a quelli che aveva avuto Lina.

Stavo scrivendo il profilo biografico di Lina e avevo tantissime “immaginette” disseminate nei suoi diari; chiesi al padre spirituale se potevo darne una a Signora Giovanna. Lui mi diede il permesso e  allora parlai alla figlia, di Lina , di come aveva vissuto, di come capiva la situazione della mamma e le diedi l’immaginetta da mettere sotto il cuscino della mamma in coma.

Poi ebbi problemi di salute e dimenticai quell’episodio. Un mese dopo, stando un po’ meglio, andai dalla figlia a chiedere di signora Giovanna. “Mi creda – mi disse – mi viene la pelle d’oca a raccontarlo, ma il giorno dopo che le avevo  messo quel santino sotto il cuscino, mia madre con grande stupore dei medici che non ci speravano più, si è svegliata dal coma”. Venne la pelle d’oca anche a me.

L’altro episodio sembra più che altro casuale, ma, conoscendo Lina, uno si accorge che nulla accade per caso.

Mia suocera stava molto male e le figlie facevano tanta fatica ad accudirla. Allora chiesi il permesso di poter dare un’immagine anche a mia suocera. Non sapevo quale scegliere, anche perché nel retro di ogni immagine c’era qualche pensiero di Lina, oppure non mi sembravano adatte alla circostanza.

Alla fine ne trovai una piccolina che mi sembrava andasse bene. Ho pensato: le do questa; vediamo cosa c’è scritto dietro. Era datata 1945 e c’era la dedica: “A Elena, con affetto, Lina”. Mia suocera si chiamava Elena (aveva 99 anni quando è morta, qualche anno dopo; e Elena era il nome di una giovane amica per cui Lina aveva praparato l’immaginetta ma non aveva potuto consegnarle).

C’è anche qualche altro aneddoto, ma mi fermo qui e vi invito a leggere questo profilo biografico, che attualmente sto leggendo per la radio alla quale collaboro con la rubrica “Sentieri di vita”, dedicata a vite di santi più e meno famosi. Lo troverete qui e potete scaricarlo per leggerlo con calma: Storia di un piccolo fiammifero

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

1 Commento

  1. Il quotidiano può diventare eroico « Anna Vercors

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: