La navicella misteriosa

Nel corso dei secoli il Santuario della Madonna di Bonaria (della quale vi ho già parlato) si è arricchito di una quantità innumerevole di ex-voto, tra i quali il primo è più importante è una misteriosa navicella in avorio appeso con una lunga cordicella al centro dell’abside del santuario stesso. Guardandola, la si vede, ogni giorno, in posizione diversa, ma nessuno mai ha visto di persona i movimenti, mentre tutti gli osservatori invece hanno avuto e hanno la possibilità di vederla orientata in posizioni diverse, secondo lo spirare dei venti.

    Questa barchetta misteriosa misura centimetri 30 di lunghezza e 9,5 di larghezza mentre dalla chiglia alla cima dell’albero, è lunga cm. 36, ed ha un peso di grammi 1.700. “E’ d’avorio ben levigato, al di fuori e scavato all’interno, come pure è d’avorio la tavoletta sottile e mobile che serve di coperta nella poppa. L’unico albero, fissato al centro da fili d’argento, anneriti, ha in cima un piccolo anello di ferro che sostiene la navicella alla volta” (Brunello Massazzza, Il Santuario e la Basilica di N. S. di Bonaria, pag.30).

Con ogni probabilità risale agli inizi del sec XV, ma la datazione è incerta. Sarebbe stata offerta da una devota pellegrina, diretta in Terra Santa che, durante il viaggio, si sarebbe fermata nel Santuario della Madonna di Bonaria, attratta dalla fama del simulacro. Una volta approdata ai piedi della Vergine, decise di rinunciare al resto del pellegrinaggio e il dono destinato forse alla tomba di Cristo venne da lei offerto a Nostra Signora di bonaria “Después de auer ella confesado y comulgado con mucha lagrimas” (Brondo).

 Ben presto la navicella, appesa con una cordicella di canapa all’arco absidale del santuario, cominciò a muoversi quando era inosservata: e di lì a poco  si scoprì che tali movimenti della prora corrispondevano alla direzione dei venti spiranti nel Golfo degli Angeli, sul quale si affaccia il Santuario.

 Da allora tutti i naviganti di passaggio, prima di affrontare il largo,  osservavano con attenzione la direzione della prora della navicella, per avere la garanzia di una navigazione favorevole..

 Naturalmente la cosa destò la curiosità di osservatori di ogni tipo, che non riuscirono però mai a cogliere il momento in cui la navicella si muoveva o a farle cambiare direzione. 

Vi fu anche l’intervento di un viceré spagnolo, il conte d’Emond, che nel 1680, dopo numerose prove e osservazioni della navicella, volle sostituire la canapa con una catenina d’oro e gemme..

Il che fece cessare i misteriosi movimenti della prora, che però ripresero quando fu rimessa la cordicella di canapa originaria. 

C’è un episodio narrato dal Contini che riferisce di un capitano delle galere regie che avevano accompagnato a Cagliari il conte di Altamira, ambasciatore di Carlo II presso Inocenzo XII, nel 1697.

All’udire la storia della navicella, la considerò una invenzione e decise di prendere il largo nonostante le indicazioni contrarie della navicella. Dovette rientrare nel porto. Tentò per ben tre volte di ignorare le indicazioni di venti contrari della navicella, ma ogni volta fu costretto a tornare al porto. Così dovette arrendersi  davanti al fatto inspiegabile. 

Leggi anche qui

Lascia un commento

2 commenti

  1. Oh, nuovo mio blog : Yellow19.blogspot.com ( lo faccio non sistematicamente).

    C’è qui a VaresePaolo Sanna in convalescenza per una piccola operazione

    ciao ciao Gigio Mandas

    Rispondi
    • Ciao Gigio! Da quanto tempo non ci sentiamo! Come stai?
      farò una visita al tuo blog e ti linko!
      Salutami tanto Paolo!
      Un bacione!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 76 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: