La bellezza salva il mondo?

La politica è quasi del tutto degradata a beghe personali; o almeno sono i litigi tra politici che hanno maggiore risonanza rispetto alla positività delle persone che costruiscono nel loro piccolo un mondo migliore, nelle scuole, nell'imprenditoria, nei luoghi in cui più che a protestare si pensa a costruire qualcosa per sè e per i propri figli, senza individuare il capro espiatorio di turno che sia l'alibi per il proprio disimpegno colpevole.
In mezzo allo squallore di certa informazione mi giunge una riflessione di Davide Rondoni per IlClanDestino.Zoom che restituisce un po' di trespiro ricordandoci che la bellezza non muore:

L'altro giorno a santa Maria del Popolo a Roma hanno esposto i quadri di un pittore contemporaneo, Giovanni Manfredini. Calchi di corpo in grandi quadri, chiodi nel bianco accecante, tenebra e fuoco. Giovani Manfredini, Estasi, 2009Lo stesso era accaduto lo scorso anno con un quadro di Luca Pignatelli in santa Maria delle Grazie a Milano. Arte contemporanea nei luoghi dove sono capolavori di Caravaggio, Leonardo.
Segno che l'arte in Italia lavora, procede, e trova casa nei luoghi, le Chiese, che hanno sempre valorizzato la bellezza. Segno che sotto l'apparenza di un Paese che sembra avvolgersi sempre più nelle spire di un dissidio continuo, estenuante, in una lotta di potere senza fine, ci sono questi gesti di arte che il "potere dei senza potere" che continuano a lavorare, a fare l'Italia.
La politica sta allontanando da sé ogni segno di bellezza, ma la bellezza si fa ugualmente bene pubblico, valore politico, segno di più autentici profondi e umani dissidi rispetto alla continua canea delle lotte di potere. A noi interessa questo livello in cui si fa l'Italia. Alla politica è giusto guardare e impegnarsi perché fa parte della vita. E non avere giudizio in politica significa non avere una parte di vita. Ma che l'Italia sia più presente e viva e futura in certi gesti piuttosto che in altri, in certe penombre piuttosto che in certe sguaiate rèclames, questo lasciatecelo pensare.
dr

About these ads
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 76 follower